previous arrow
next arrow
PlayPause
Shadow
Slider

In occasione della pubblicazione della Relazione sullo Stato dell'Ambiente in Piemonte del 2020 l'applicazione dedicata alla Modellistica annuale dello stato di qualità dell'aria è stata aggiornata con l'aggiunta dei dati del 2019.

modell

L'aggiornamento porta ad 11 gli anni disponibili fino a questo momento (dal 2007 al 2013, il 2015 e dal 2017 al 2019).

L'applicazione rappresenta la distribuzione spaziale, con aggregazione comunale o per griglia, degli indicatori dei principali inquinanti atmosferici sul territorio regionale.

I dati sono il risultato dell'applicazione di un sistema modellistico di trasformazione chimica, trasporto e dispersione degli inquinanti, messo a punto da Arpa Piemonte a supporto dei compiti istituzionali della direzione Ambiente della Regione Piemonte in materia di valutazioni (annuali) della qualità dell'aria in ottemperanza a quanto previsto dall'articolo 5 del d.lgs 155/2010.

Con un click su una stazione è possibile consultare un popup di approfondimento.

modell id

Nel dettaglio sono calcolati e resi disponibili i seguenti indicatori:

  • - la media annua del particolato PM10 (espressa in microg/m3)
  • - il numero di giorni di superamento del valore limite (50 microg/m3) e delle soglie di valutazione superiore (35 microg/m3) ed inferiore (25 microg/m3) per la media giornaliera del PM10;
  • - il percentile 90.41 della distribuzione giornaliera di PM10, corrispondente al 36esimo valore più elevato;
  • - la media annua del particolato PM2.5 (espressa microg/m3);
  • - la media annua degli ossidi totali di azoto (espressa in microg/m3);
  • - la media annua del biossido di azoto (espressa in microg/m3);
  • - il percentile 93.1 della distribuzione del massimo giornaliero della media mobile su otto ore dell'ozono, corrispondente al 26esimo valore più elevato;
  • - numero di superamenti del valore a lungo termine di 120 microg/m3 per il massimo giornaliero della media mobile su otto ore dell'ozono;
  • - il percentile 99.79 della distribuzione oraria di biossido di azoto, corrispondente al 19esimo valore più elevato;