previous arrow
next arrow
PlayPause
Shadow
Slider

Il servizio sul monitoraggio della radioattività presente nelle acque potabili, di pozzi, sorgenti e acque superficiali, realizzato da Arpa Piemonte sulla base di quanto previsto dal  D.Lgs. 28/2016, è stato aggiornato con i dati fino ad Aprile 2020. Secondo quanto previsto dalla legge la dose totale indicativa da consumo di acqua non deve superare il limite di 0,1 mSv/anno e la concentrazione di trizio non deve superare il valore di 100 Bq/l.

 Radioattivita acque2

Il servizio riporta i valori dei principali parametri radiometrici:

  • concentrazione di attività alfa e beta totale
  • concentrazione di attività del radon
  • concentrazione di attività del trizio
  • concentrazione di uranio 234 e uranio 238

I dati si riferiscono alla radioattività di origine naturale: nelle acque destinate al consumo umano non sono infatti mai state riscontrate tracce misurabili di radioelementi artificiali.

Per ulteriori approfondimenti sui contenuti del geoservizio si rimanda alla sezione "Descrizione" dell'applicazione web.